Skip to main content

Milano accoglie un nuovo murales assorbi-smog dedicato a meraviglie e fragilità del mondo marino, realizzato da Worldrise Onlus in collaborazione con AGN ENERGIA, PlanBee e Technicalz Studio.

Dopo la call Candida il tuo muro, lanciata a gennaio da Worldrise nell’ambito del progetto Worldrise Walls, che porta il mare nelle città attraverso la street art, Milano torna a colorarsi di blu: dalla nostra collaborazione con la compagnia energetica AGN ENERGIA e la piattaforma web dedicata a progetti di cura e tutela dei beni comuni PlanBee, è nato il murales assorbi-smog “Protect the E(art)h”, realizzato da Technicalz Studio.

Il murales “Protect the E(art)h” realizzato sul muro esterno del Politecnico di Milano, in via Saldini 31 (MI)

Artivismo: l’arte per il mare

Il bozzetto vincitore del contest #LATUAIDEAGREEN, ideato da AGN ENERGIA nell’ambito dell’evento nazionale del FAI – Fondo per l’ambiente Italiano “Giornate FAI per le scuole”, ha preso vita grazie agli artisti Federico Zenobi e Nicola Canarecci di Technicalz Studio e colora, per un totale di 54 m², il muro esterno di uno degli edifici del Politecnico di Milano, in via Saldini 31, selezionato per ospitare l’opera che racconta i cambiamenti climatici e il loro impatto sul mondo marino.

Il murales rappresenta un corallo, scelto come elemento simbolo del mare, paragonato a un’opera d’arte sottomarina, una vera e propria scultura del mare, accompagnato dalla scritta “Protect“. Sul fondale, diversi coralli stanno scomparendo a causa del fenomeno di sbiancamento, legato all’inquinamento delle acque e all’innalzamento delle temperature.

Federico Zenobi e Nicola Canarecci di Technicalz Studio all’opera

Worldrise Walls

Con opere realizzate su più di 15 muri in 9 città italiane, contribuendo a creare 456 metri quadri equivalenti di bosco ad alto fusto, Worldrise Walls rende la street art uno spunto di riflessione nel mare urbano, mostrando che fare la differenza è un gesto quotidiano.

Dopo il successo di Anthropoceano, infatti, il primo murales assorbi smog realizzato a Milano da Worldrise in collaborazione con IenaCruz, come parte dei progetti Worldrise Walls e No Plastic More Fun, la rete di locali milanesi che hanno detto no alla plastica monouso, la città è tornata a colorarsi di blu, per portare consapevolezza e azione nel mare urbano attraverso l’arte.

“Worldrise Walls riconnette persone e natura attraverso la street art, soprattutto nel contesto urbano: il luogo in cui si concentra la maggior parte della popolazione e allo stesso tempo lo scenario in cui l’ambiente è spesso il grande assente”, racconta Virginia Tardella, vice-presidente e co-fondatrice di Worldrise.

“Protect the E(art)h” durante il making of

Un murales assorbi-smog

Mare, colore e consapevolezza arrivano a Milano a portata di passeggiata con “Protect the E(art)h”, ma non solo: l’opera infatti contribuisce anche ad assorbire smog e inquinamento dalla città, perché il murales è realizzato con Airlite, la prima pittura climate positive, capace di rendere l’aria più pulita grazie ad un’innovativa tecnologia inserita all’interno di un prodotto 100% minerale.

Dove arriverà il mare la prossima volta? Candida il tuo muro oppure scrivi a candidailtuomuro@worldrise.org per portare mare e arte in città.

L’opera di street art conclusa

Autrice: Bianca Bargagliotti

Leave a Reply